La telenovela degli INTRASTAT, delle mini-dichiarazioni IVA e degli spesometri 2017 | Il Fisco per i Traduttori

Pubblicato il 14 aprile 2017 alle 8:29 0 Commenti

di Giuseppe Bonavia

Mai come in questi primi mesi del 2017 si è assistito a repentini cambiamenti di rotta sul piano delle norme fiscali e amministrative per i titolari di partita IVA.

L’ultimo dietro-front è quello relativo all’abolizione, a partire dal 2017, delle comunicazioni mod. INTRASTAT acquisti, una novità che intorno all’ultimo capodanno aveva rappresentato l’unico elemento di sollievo in una manovra di stabilità che annunciava nuovi obblighi e scadenze per i titolari di partita IVA.

Ebbene, poche settimane del 2017 sono bastate a fare tornare tutto come prima: l’entrata in vigore della legge n. 19 del 28 febbraio 2017, di conversione del D.L. n. 244/2016 (cosiddetto “Decreto Milleproroghe”) ha determinato la proroga degli obblighi Intrastat vigenti alla data di entrata in vigore del D.L. n. 193/2016 (manovra di Stabilità) e, dunque, il ripristino dell’obbligo per il 2017 di comunicazione dei dati fiscali mensili e trimestrali, oltre che dei dati statistici per i contribuenti mensili, cioè di comunicazione degli elenchi acquisti (INTRA 2) mensili e trimestrali di beni e servizi.

Non ci siamo fatti mancare un bel po’ di confusione anche sul fronte dei neo-introdotti obblighi 2017 delle mini-dichiarazioni IVA trimestrali e spesometri trimestrali.

Qui la novità sta nel fatto che, rispetto alle già introdotte scadenze trimestrali, dal sottoscritto enunciate in un precedente intervento, ci sono nuove disposizioni, che introducono le date che di seguito elenco:

1° trimestre 2017: l’IVA si versa il 16 maggio, l’invio dei dati iva è fissato al 31 maggio e lo spesometro deve essere inviato entro il 25 settembre.

2° trimestre 2017: l’IVA si versa il 22 agosto, l’invio dei dati iva è fissato al 25 luglio e lo spesometro deve essere inviato entro il 25 settembre.

3° trimestre 2017: l’IVA si versa il 16 novembre, l’invio dei dati iva è fissato al 30 novembre e lo spesometro deve essere inviato entro il 28 febbraio 2018.

4° trimestre 2017: l’IVA si versa il 16 marzo 2018, l’invio dei dati iva è fissato al 28 febbraio 2018 e lo spesometro deve essere inviato entro il 28 febbraio 2018.

Giuseppe Bonavia è Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Pisa, titolare dal 1990 di uno studio di consulenza e assistenza fiscale. Dal 2005 tiene corsi, seminari ed incontri dedicati a traduttori ed interpreti indipendenti o associati; collabora stabilmente con STL tenendo corsi in aula e effettuando eventi formativi e aggiornamenti on-line su piattaforma webinar. Dal 2015 fornisce consulenze in ambito fiscale e contributivo a prezzi convenzionati per i traduttori allievi di STL.

Commenti disabilitati.